Tecnologia Magnasphere® T-Sec. Contatti ad alta Sicurezza

Tecnologia Magnasphere® T-Sec. Contatti ad alta Sicurezza

La tecnologia Reed, presente nei contatti installati tipicamente nelle abitazioni ed aziende, risulta ormai obsoleta nel settore della sicurezza poiché risulta facilmente mascherabile magneticamente. Infatti i sensori Reed sono facilmente influenzabili da campi magnetici ed è molto semplice che i malintenzionati riescano a mascherare l’assenza del magnete di riscontro, entrando indisturbati nell’edificio.

T-Sec, azienda italiana innovativa, produttrice di dispositivi e sistemi di rivelazione per il mercato della sicurezza, ha risolto il problema immettendo nel mercato contatti CLIC basati sulla rivoluzionaria tecnologia Magnasphere®.

Quest’ultima permette al contatto di rimanere in posizione sicura esclusivamente quando il campo magnetico viene applicato nella zona ristretta in cui si trova il magnete di riscontro.

Qualsiasi altro campo magnetico proveniente da altre direzioni richiama verso l’altro la sfera metallica presente all’interno del contatto, generando allarme non appena il circuito viene aperto.

clic magnasphere tsec dsa
Fonte immagine: https://www.tsec.it/it/

Una gamma completa, di qualità e di semplice installazione

T-Sec distribuisce nel mercato serie ad alta sicurezza per soddisfare ogni esigenza e realizzare impianti di qualità riducendo costi e tempistiche di installazione rispetto ai tradizionali contatti Reed. Inoltre, la tecnologia Magnasphere® risulta molto resistente a shock meccanici ed elettrici e la resinatura rende i contatti immuni ad acqua ed umidità, permettendone l’installazione anche all’esterno.

Perché scegliere i contatti CLIC T-Sec?

  • Pochi modelli per soddisfare tutte le esigenze di sicurezza con conseguente riduzione del magazzino;
  • Progettati con tecnologia brevettata Magnasphere®;
  • Prodotti in Italia da TSEC;
  • Compatibili con tutti i modelli di centrale;
  • Circuiteria interna resinata su tutta la gamma;
  • Resistenti agli urti ed alle sovratensioni;
  • Bilanciamento elettrico integrato a richiesta;
  • Protetti da brevetti nazionali ed internazionali;
  • Controllo qualità individuale.

Clicca qui e scopri di più sull’azienda e le tecnologie T-Sec o contattaci per avere maggiori informazioni.

Fiera Sicurezza 2021: Edizione in presenza a Milano Rho

Fiera Sicurezza 2021: Edizione in presenza a Milano Rho

Dal 22 al 24 novembre si terrà, presso la Fiera Milano Rho, Sicurezza 2021, l’evento leader in Italia dedicato al settore security & fire. La manifestazione, che si svolgerà in presenza con la partecipazione di oltre 200 imprese, rappresenta un momento di incontro per tutti gli operatori del settore, le aziende e le associazioni di categoria per scoprire le soluzioni ed innovazioni tecniche in campo sicurezza e antincendio e gli aggiornamenti sulle normative e i trend dell’innovazione tecnologica presenti sul mercato.

I temi

Innovazione, digitalizzazione, certificazione della professione e l’attenzione crescente alle soluzioni Cyber e GDPR-compliant sono tra i tanti temi del momento che verranno proposti alla fiera.

In particolare, verrà approfondita la convergenza, tematica che ha cambiato l’approccio alla security e richiede, da parte di progettisti e installatori, un approccio sempre più competente, studiando ogni soluzione su misura intorno alle esigenze del cliente e al contesto applicativo in cui si inserisce.

La crescente digitalizzazione, che vede la diffusione di nuove soluzioni in cloud, di interfacce web sempre più evolute e che si spinge fino alle frontiere dell’Intelligenza Artificiale, impone nuove competenze in Cyber Security, a tutela dei dati che l’impianto gestisce e raccoglie, ma anche delle responsabilità dei professionisti che lo installano.

Competenze e conoscenze saranno quindi il fulcro dell’offerta formativa e sarà possibile grazie alle tante realtà associative e produttive impegnate a garantire la qualità certificata non solo dei prodotti, ma anche dell’operato dei professionisti che li installano.

Una fiera in piena sicurezza

Grazie al protocollo elaborato da Fiera Milano per il contenimento della diffusione del coronavirus, dove vengono illustrate le modalità per lo svolgimento in presenza dell’evento, sarà possibile assistere all’evento in presenza ma soprattutto in piena sicurezza, nel pieno rispetto dei protocolli sanitari emanati a livello nazionale.

Verranno inoltre potenziate le attività di pulizia e i servizi digitali, con la preregistrazione online e la disponibilità di biglietti con qr-code sul proprio smartphone, evitando ogni supporto cartaceo e possibilità di assembramento.

I varchi di accesso pedonali e veicolari sono stati ridefiniti per la corretta gestione dei flussi di transito, garantendo il necessario distanziamento sociale.

Una app di quartiere permetterà di accedere a una serie di servizi tra i quali il fast track, la prenotazione dei parcheggi e della ristorazione.

Clicca qui per avere tutte le informazioni sugli espositori, le novità e l’acquisto dei biglietti Fiera Sicurezza 2021.

Allarme perimetrale e volumetrico: Caratteristiche e Differenze

Allarme perimetrale e volumetrico: Caratteristiche e Differenze

La scelta di un sistema di allarme va fatta in base alle differenze dipende dalle esigenze del cliente e/o dal tipo di edificio ed essere concepito in differenti configurazioni.

Tutto il sistema può essere basato su una protezione perimetrale, volumetrica o dalla combinazione di entrambe.

Sistema di antifurto con protezione perimetrale

Il sistema di antifurto con sensori perimetrali controlla il movimento all’interno di un’area selezionata e sfrutta una vera e propria barriera per la protezione, creando una schermata attorno alla zona da proteggere al fine di bloccare i malintenzionati e facendo scattare l’allarme ancora prima che entrino nell’immobile; proprio per questo vengono utilizzati soprattutto all’esterno degli edifici.

In commercio sono distribuiti dei sensori a tenda che vengono installati solitamente su finestre, tapparelle e lungo i perimetri delle abitazioni.

Questi forniscono una protezione con un angolo di rilevamento molto stretto e risultano economici, versatili, resistenti e facili da installare.

Le più note ed utilizzate sono le barriere perimetrali, montate a coppia e in parallelo, che creano un fascio a infrarossi invisibile ad occhio umano.

Quando questa barriera viene interrotta, parte la comunicazione alla centrale che fa scattare l’allarme tramite la sirena.

L’allarme perimetrale, oltre a rendere più completo un impianto d’allarme, permetterà di attivarlo anche quando si è in casa, escludendo dall’inserimento il sistema l’allarme volumetrico.

 

Sistema di antifurto con protezione volumetrica

La protezione volumetrica invece, grazie al segnale elettrico, riporta i movimenti che avvengono nell’area protetta alla centrale; è utilizzata solitamente in punti strategici di passaggio come corridoi o scale oppure direttamente nell’ambiente da proteggere.

L’allarme si attiva dopo che il sensore ha rilevato la presenza di un malintenzionato all’interno di un’area posta sotto il controllo del sensore stesso.

In commercio sono presenti diverse tipologie di sensori: il più tradizionale e diffuso è quello volumetrico a infrarossi passivo, spesso accompagnato dall’acronimo PIR (Passive InfraRed), in grado di rilevare le variazione di temperatura in un ambiente, generando un segnale d’allarme.

Il sensore volumetrico a microonda invece emette una radiazione (microonda) che raggiunge un oggetto che a sua volta riflette parte del segnale; se questo è fermo il segnale di ritorno verso il sensore presenta la stessa frequenza, se è in movimento si registra una variazione e scatta l’allarme.

Con il sensore volumetrico a doppia tecnologia vengono utilizzate componenti ad infrarossi e a microonde. Questo tipo di rilevatore risulta essere molto affidabile e meno soggetto a falsi allarmi. 

Spesso i sensori integrano la tecnologia Pet Immunity che permette agli animali di muoversi all’interno dell’area controllata anche quando l’allarme è in funzione, distinguendo sia il corpo che il movimento dell’animale rispetto all’umano.

L’ideale per ottenere un sistema d’allarme davvero efficace è utilizzare sia i sensori volumetrici che perimetrali.

Grazie al nostro customer service potrai ottenere un sistema d’allarme combinato ed avere una copertura totale. Contattaci per maggiori informazioni.

TSec. dispositivi e sistemi di rivelazione. Nuova Partnership DSA Sicurezza

TSec. dispositivi e sistemi di rivelazione. Nuova Partnership DSA Sicurezza

Annunciamo l’accordo di partnership con TSec azienda Italiana produttrice di dispositivi e sistemi di rivelazione per il mercato della sicurezza.

TSec è sinonimo di innovazione tecnologica, massimo grado di sicurezza ed eccellenza.

Da dieci anni, TSec dedica importanti risorse alla ricerca e sviluppo creando prodotti di altissima qualità in grado di soddisfare tutte le esigenze del mercato e precorrendo i tempi.

Contatti magnetici e sensori inerziali antimascheramento, sistemi di protezione perimetrale per recinzioni, rivelatori basati su tecnologia radar con sofisticati algoritmi di analisi.

Chiedi informazioni sui prodotti TSec in tutte le sedi DSA.

E-Connect piattaforma cloud EL.MO. Gestione Impianti di Sicurezza

E-Connect piattaforma cloud EL.MO. Gestione Impianti di Sicurezza

E-Connect è la piattaforma cloud EL.MO. attraverso la quale è possibile gestire e supervisionare il proprio impianto di allarme, videosorveglianza, domotica e antincendio, compatibile anche con gli smart speakers Google (Google Home) e Amazon (Alexa).

La piattaforma è rivolta a utenti finali, distributori e installatori e, grazie all’interfaccia semplice ed intuitiva, è possibile controllare gli impianti e ricevere notifiche via smartphone, tablet e PC in qualsiasi parte del mondo e in qualsiasi momento. E-Connect consente di gestire tutti i sistemi El.MO. da un’unica piattaforma come:

  • SISTEMI ANTINTRUSIONE basati su centrali VillegioPregioHercolaETR G2TitaniaNet;
  • SISTEMI ANTINCENDIO basati su centrali Tacóra;
  • SISTEMI DI VIDEOSORVEGLIANZA E-VISION delle linee ProPremiumSmart e SMB;
  • SISTEMI DOMOTICI abbinati alle centrali EL.MO..

La sicurezza della piattaforma è garantita dall’uso di protocolli di comunicazione SSL abbinati ai certificati emessi da una Certification Autority di rilievo internazionale, mentre la facilità di utilizzo è data dall’omonima app per smartphone e tablet, disponibile per piattaforme Android e IOS sui relativi store.

Bonus Videosorveglianza Prorogato fino a Dicembre 2021

Bonus Videosorveglianza Prorogato fino a Dicembre 2021

La Legge di Stabilità ha prorogato il bonus fiscale per le ristrutturazioni edilizie, comprese le spese sostenute per la protezione e la sicurezza, quindi quelle relative all’installazione di un impianto d’allarme antintrusione e di videosorveglianza.

Privati, aziende e professionisti potranno godere di una serie di benefici che permetteranno di investire nella sicurezza dei propri ambienti ottenendo un notevole risparmio economico.

QUALI SPESE RIENTRANO NELLE DETRAZIONI FISCALI?

La detrazione fiscale spetta per tutte quelle spese sostenute per realizzare interventi sugli immobili volti a garantire la sicurezza della tua casa da furti, rapine, aggressioni.

In particolare riguardano:

  • apposizione di grate sulle finestre o loro sostituzione;
  • porte blindate o rinforzate;
  • apposizione o sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini;
  • installazione di rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti;
  • apposizione di saracinesche;
  • tapparelle metalliche con bloccaggi;
  • vetri antisfondamento;
  • casseforti a muro;
  • fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati;
  • apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline.

COME FUNZIONA?

Le spese per l’installazione di un impianto antintrusione o di videosorveglianza, sostenute fino al 31 dicembre 2021, sono detraibili sull’IRPEF nella misura del 50%. La detrazione è distribuita in dieci quote annuali di uguale importo nell’anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi.

CHI NE PUÒ USUFRUIRE?

Il bonus rientra nelle agevolazioni fiscali che spettano a tutti i contribuenti che sono assoggettati all’imposta delle persone fisiche soggetti al pagamento dell’IRPEF, residenti o non residenti in italia.

COME FARE?

Per poter accedere al bonus è necessario rispettare queste semplici regole:

  • l’impianto di allarme e videosorveglianza deve essere installato da un professionista del settore;
  • il pagamento deve avvenire esclusivamente attraverso Bonifico Parlante;
  • devi essere un privato cittadino assoggettato all’IRPEF (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche);
  • la dichiarazione dei redditi deve riportare la spesa e indicare i dati catastali dell’immobile dove è stato installato l’impianto;
  • devi essere in regola con i pagamenti di TASI e/o IMU (potrebbero venire richiesti da un eventuale controllo);
  • ricordati di conservare tutti i documenti relativi ai lavori (potrebbero venire richiesti da un eventuale controllo).

Chiedi maggiori informazioni